Comune di Orsara di Puglia (Fg) - Sito Istituzionale

  • Mercoledi, 21 ottobre 2020

Sei in: Homepage / Notizie / Festa del Vino, il 25 giugno la diciannovesima edizione di Geo

Notizie

Dettaglio notizia

 

Festa del Vino, il 25 giugno la diciannovesima edizione di Geo

 Festa del Vino, il 25 giugno la diciannovesima edizione di Geo Categoria: Altro
Data: 25/06/2006 ore 00:00:00

 

La Galleria Enogastronomica Orsarese tra degustazioni, arte, musica e poesia.

"Versami vino via via più puro, Ragazzo del Falerno...E voi sparite dove volete, lontano da qui pesti del vino, acque. Tra gli astemi esiliatevi...". Ci sarà spazio anche per i versi di Catullo e per le liriche che cantano il gusto della vita alla diciannovesima edizione di Geo, la Galleria Enogastronomica Orsarese che apre le porte alla Festa del Vino. L'evento, che si terrà il 25 giugno a Orsara di Puglia, è organizzato dalla Proloco e patrocinato da Regione Puglia, Comune di Orsara, Banca del Monte, Banca di Milano e azienda "Mescia carni". La manifestazione sarà inaugurata da un convegno. La sezione foggiana dell'Associazione Italiana Sommelier ha organizzato l'incontro sul tema "La valorizzazione delle peculiarità del territorio: enogastronomia e dei Monti Dauni".

Alle 17, nell'aula consiliare del Comune di Orsara, interverranno: Carmelo Morra, presidente della Comunità Montana Meridionale; Giovanni Aquilino, responsabile del distretto culturale "Daunia Vetus"; Antonio D'Amico, redattore de "La Gazzetta del Mezzogiorno"; Antonio Muscio, Rettore dell'Università di Foggia; l'Assessore all'Agricoltura della Provincia di Foggia, Antonio Angelillis e il direttore della Camera di Commercio foggiana Matteo Di Mauro. L'intento della manifestazione è quello di promuovere il territorio dei Monti Dauni e, in particolare, Orsara di Puglia attraverso i suoi prodotti (vino, formaggi, pane, salumi), la buona tavola (degustazione di pietanze nei locali di Orsara di Puglia), la storia (divulgazione di notizie di storia locale), le bellezze architettoniche (Palazzo Baronale, Fontana Nuova, Fontana dell'Angelo, Palazzo Varo, Palazzo Scoglietti, Convento di San Domenico, Chiesa di San Nicola, Grotta di San Michele, Chiesa dell'Annunziata, il centro storico per intero), l'ambiente e la civiltà contadina da cui discende la nostra società. Civiltà contadina con tradizioni, usanze, valori, senso dell'ospitalità e della solidarietà da coniugare al presente. Passeggiando fra le vie del centro antico, sarà possibile assistere allo spettacolo dei "Terramaris" e degli "About a trio". Sarà l'occasione per visitare la mostra dal titolo "Il culto di San Michele" (Chiesa di Santa Maria delle Grazie) e quella dedicata agli attrezzi e alle poesie del vino (Portone Terlizzi).